3cfc31cc7e2c73262ccaa87be3fd347a.jpg

Il 16 giugno 2008, nei giorni immediatamente successivi al ritiro da parte dell’azienda sanitaria asl8 della delibera dove si prevedeva la “ristrutturazione” la “riorganizzazione” del servizio di ostetricia e ginecologia da Unità Operativa “struttura complessa” a sezione “struttura semplice” grazie alla convinta presa di posizione del Sindaco F. Ferri di Bibbiena e tutta la Conferenza dei Sindaci del Casentino, si è svolto l’incontro tra il Comitato Casentinese per la Salute in Montagna e i cittadini di Castel S. Niccolò e Montemignaio.

d6efa16cd65ded369d558d64b1826cd5.jpgNella sala Comunale di Strada in Casentino, oltre al saluto ai rappresentanti comunali e ai presenti, il presidente M.Ceccherini ha raccontato le motivazioni della nascita e il perché della utilità dell’attività che l’aggregazione dei cittadini, che condividono idee e progetti, stà svolgendo.

Nella relazione ha espresso grande soddisfazione e compiacimento per la presa di posizione, ferma e decisa, da parte della conferenza dei sindaci con la richiesta al D.G. asl 8 Dott.ssa M.Calamai di ritiro della delibera che declassava il servizio dell’ostetricia e ginecologia della valle, ringraziando pubblicamente il Sindaci di C.S. Niccolò e Montemignaio presenti alla serata.

Rifletteva sulla utilità delle iniziative che il comitato aveva intrapreso per la sensibilizzazione delle istituzioni sul reale pericolo dell’iniziativa dell’azienda sanitaria, intrapresa unilateralmente, non rispettando gli accordi sottoscritti nel 2006 in Comunità Montana.

Affermava che il ritiro dell’atto era si una vittoria ma che essa non aveva risolto ma solo rimandato la discussione dei problemi di salute in Casentino chiedendo cosi ai sindaci del Casentino maggiore impegno e maggiore convinzione per ottenere nel PAL (piano attuativo locale), al fine di applicare e realizzare i punti di impegno previsti dal protocollo sottoscritto tra le parti nel 2006, adeguati riconoscimenti e proporzionate risorse economiche per il casentino.

Al fine del riconoscimento e l’applicazione dei punti previsti nel protocollo d’intesa, il presidente indicava le priorità per il Comitato: mantenimento e sviluppo della U.O. di Ostetricia e Ginecologia, la dotazione del servizio TAC nelle 24 ore a garanzia anche delle urgenze, la individuazione dell’ubicazione delle piazzole per l’elisoccorso a garanzia del trasporto sanitario secondario urgente verso altri ospedali, una nel comprensorio ospedaliero collegata direttamente al plesso e l’altra per l’alto casentino.

In conclusione il presidente proponeva la necessità di trovare un metodo di lavoro e di confronto sui reali bisogni di salute del Casentino che prevedesse il raggiungimento di proposte ed ipotesi di modelli specifici per le zone Montane, con indicazione dei requisiti minimi dei servizi che un ospedale di montagna in rete con gli altri ospedali doveva garantire, con indicazione dei requisiti che un sistema territoriale doveva prevedere per garantire la prevenzione e l’assistenza anche per gli anziani, ai cronici ed ai fragili, con indicazione dei requisiti di un sistema montano di soccorso sanitario e di trasporto per garantire i collegamenti territorio-ospedale e tra ospedali, con la definizione dei percorsi assistenziali più efficienti, sicuri, tempestivi ed appropriati.

La soluzione e lo strumento idoneo per trovare soluzioni è promuovere e proporre un tavolo comune, delle giornate di lavoro, un “congresso” dove promuovere il dibattito e riflettere. Un convegno patrocinato dalla Regione e dalle Comunità Montane, dove far incontrare tutte le figure istituzionali, professionali, di rappresentanza e i cittadini, per perseguire un modello sostenibile, conosciuto ed condiviso, un modello che rispetta il PSR ma che può essere applicato nella peculiarità e nella singolarità di una realtà montana.

Comitato Casentinese per la Salute in Montagna

 

servizio TAC: dubbi e certezze

 

riflessione emergenza sanitaria – elisoccorso in casentino

 

 

C.S.Niccolò – Montemignaioultima modifica: 2008-06-19T12:50:00+02:00da comitatocsm
Reposta per primo quest’articolo

Comments are closed.

Post Navigation