984578281bis.jpg

1915278505_3 bis.jpgBibbiena, 29 novembre 2008 

Come nella realtà, difficile ed ostile, in una giornata grigia e a momenti variabile nel suo evolversi verso il sereno o la tempesta, la Gente del Comitato e quella del Casentino si sono ritrovati a testimoniare  per le vie paesane di Bibbiena con una “fiaccolata” il loro disagio e le loro perplessità per il futuro di Salute.

Da tempo in Casentino non si assisteva  ad una testimonianza da parte di cittadini, di qualsiasi estrazione e pensiero, che accomunati da un unica preoccupazione hanno sfilato insieme a difesa del diritto alla Salute e della accessibilità alle cure.

A testimonianza del loro impegno ed attenzione per la tutela della salute erano presenti insieme ai cittadini, condividendo  ansie e dubbi sul quadro Nazionale, Regionale e Locale le rappresentanze politiche di Bibbiena di destra e di sinistra.

Nonostante il tempo variabile un gruppo di persone, poche a dir il vero, ha avviato il cammino e la fiaccolata  lentamente è iniziata, in salita e controvento,   osservata ai lati da persone incredule, altre sorridenti, molti ignari e molti invece su di giri per il sabato sera, ma nel percorso qualcuno in ritardo si univa e altri occasionalmente si aggregavano, tanti salutavano condividendo l’impegno.

Nonostante il tempo Variabile, il gruppo ancor più numeroso della partenza ha transitato davanti all’ospedale dove tutti collettivamente, soffermandosi,  hanno pensato e sperato che nel tempo si possa fare tutto il possibile per garantire, anche in una valle confinata come il Casentino, livelli assistenziali e di prestazioni adeguati.

Momenti di pioggia alternati a momenti di vento e di quiete hanno accompagnato tutto il percorso della fiaccolata, ma quello che contava è che persone volenterose arrivassero alla meta.

Durante “La Fiaccolata” contava che  non ci fossero problemi per nessuno, in particolar modo per chi aveva l’onere di guidarla lungo la strada, per chi doveva garantire la sicurezza e per chi doveva condurre la marcia alla meta, testimoniando così in questo modo diligente, equilibrato, e composto la grande disponibilità della gente e del Comitato,  dimostrando altresì quanto: nel proprio DNA sia  ferma e concreta la determinazione di arrivare agli obiettivi.

Una piazza libera vuota da ostacoli e da barriere ha accolto un Gruppo di Casentinesi che simbolicamente l’ha occupata  in parte, lasciando ampi spazi vuoti per gli assenti volontariamente o impossibilitati.

Ai presenti il presidente del Comitato Massimo Ceccherini ha spiegato il significato della iniziativa pubblica e del suo culmine in piazza, analizzando nell’intervento i numerosi aspetti che costituiscono e girano attorno al bisogno salute.

La novella della consegna della TAC all’ospedale in questi giorni con la formazione del personale per renderla funzionante è stata una buona notizia, ma i cittadini aspettano che il servizio non sia la realizzazione di un desiderio, ma il punto di inizio, a garanzia oltre che dell’ attività ordinaria per il territorio anche di risposta per le urgenze dell’Ospedale.

Per l’occasione mancata, ha ricordato ai sindaci di tutto il Casentino (assenti), che la gente pretende che ognuno si prenda carico delle proprie responsabilità e che per il ruolo che svolge decida nel solo interesse del bene collettivo.

Con i saluti, il presidente ha affermato che la fiaccolata portata avanti dal Comitato Casentinese per la Salute in Montagna non finiva in piazza ma continuava con qualsiasi tempo, giorno dopo giorno, rinnovando cosi l’impegno del Comitato preso con i Casentinesi nell’opera di verificare e di dare notizia su quanto  fatto per la salute e di informare sulle promesse  (dichiarate e sottoscritte) per il mantenimento e lo sviluppo dei servizi Sanitari in Casentino, senza nessun vincolo di schieramento o di parte e avendo come unico interesse la tutela della Salute.

Comitato Casentinese per la salute in Montagna

UNA FIACCOLATA PER LA SALUTE IN CASENTINO: UN OCCASIONEultima modifica: 2008-12-01T11:47:00+01:00da comitatocsm
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Post Navigation