Massimo Ceccherini.JPG 
Presidente Comitato – M.Ceccherini

 

 

 

Dopo la notizia della febbre,  per l’Australiana, del sistema e  dei servizi sanitari in Casentino con i problemi insorti a garantire un posto letto e sulla ridotta capacità ad affrontare un emergenza, pur prevista dell’epidemia influenzale.

 

Il Direttivo del Comitato, in una recente riunione del 15 gennaio 2009, oltre alla continua attività ad informare sulle problematiche e i disservizi che i cittadini incontrano per ricevere assistenza a tutti i livelli (territoriali, ospedalieri); ha discusso ed elaborato nel principio del continuo confronto con le Istituzioni e le figure proposte alla programmazione alla gestione ed alla verifica dei servizi sanitari di intraprendere nuove iniziative.

 

Tra le cose da fare, in un contesto elettorale (periodo peculiare), il Direttivo ha deciso di dare la propria disponibilità a chiunque rappresentate politico o candidato per le prossime elezioni amministrative del giugno p.v. di poter incontrare il direttivo per chiedere, approfondire e confrontarsi sulle problematiche sanitarie della nostra  vallata montana.

 

La decisione di accettare i confronti nasce dall’esigenza di non precludere mai il dialogo ed il confronto al fine di risolvere e ridurre i disagi del cittadino.

 

Pertanto è convinzione e volontà dei Direttivo, pur nella delicatezza del momento, a confrontarsi e mettere a disposizione l’esperienza e la conoscenza dei fatti, passati e recenti, per proporre idee e raccogliere anche adesioni alle sue attività ed iniziative come la programmazione del prossimo “Convegno Scientifico” che proporrà ai professionisti, alle gente ma soprattutto ai politici, sensibili al problema sanità, in modo che ci si faccia carico di una delle priorità del Casentino.

 

                                                                                                                                                            Segreteria Direttivo

19/01/2009

Il COSAR incontra la Commissione Sicurezza del Comune di Arezzo

 

Come da programma il Comitato per la Salute di Arezzo e nel rispetto degli obiettivi  e di metodo che si è prefissato  il Direttivo ha incontrato la Commissione Sanità del Comune di Arezzo per esprimere il disagio e le insoddisfazioni della gente sui servizi e sui livelli assistenziali erogati dalla Asl8 ad Arezzo e provincia.

Nell’incontro che si è svolto in data 16 gennaio 2009 presso il Comune i rappresentanti del Comitato si sono confrontati con i membri della Commissione riferendo e rispondendo alle domande e cercando concretamente di informare sulle perplessità, dubbi e paure dei cittadini sui servizi sanitari erogati nell’emergenza sanitaria e pronto soccorso ad Arezzo e non solo.

Si è rilevato grande interesse e sensibilità da parte della Commissione Comunale e con essa si è concordato che per rilevare ed analizzare completamente le problematiche denunciate la necessità di coinvolgere e di eseguire un nuovo confronto anche con la Commissione Sanità del Comune presieduta dal Dott. Luciano Ralli in modo che con il suo contributo poter analizzare il problema sanità  a 360°.

Abbiamo condiviso il metodo e nel rispetto dei ruoli proposto ed accolto iniziative da intraprendere per sensibilizzare l’Opinione Pubblica e le Istituzioni sulle necessità di rivedere le garanzie sui livelli assistenziali e dei servizi.

Così, in attesa dell’incontro con la Commissione Sanità,  il comitato ha affermato alla fine del confronto che prenderà tutte le iniziative pubbliche possibili per informare sui disservizi sanitari territoriali, di emergenza sanitaria-118, del presidio ospedaliero e dell’assistenza erogata alle cronicità e ai fragili e che si metterà a disposizione e collaborerà con chiunque concretamente manifesterà la sensibilità e la volontà di tutelare la salute ad Arezzo e in Provincia.

Direttivo CO.S.AR

 

La Consulta per la sicurezza incontra il Comitato salute di Arezzo
Arezzonotizie – lunedì 19 gennaio 2009 10:02

Con l’anno nuovo molto problemi si sono risolti altri sono rimasti e il 2009 ci ha portato nei primi giorni l’influenza.

Cosi dopo le feste e il meritato riposo siamo a riparlare nuovamente di salute perchè con l’Australiana, il nome all’influenza di quest’anno, i piccoli e grandi problemi di servizio e di assistenza si sono nuovamente e puntualmente evidenziati. ai Casentinesi come al resto della provincia.

Il nuovo intervento di questi giorni testimonia la presenza continua del comitato fra la gente a raccogliere ed informare sulle problematiche ed i bisogni denunciando pubblicamente i livelli assistenziali e chiedendo dove c’è un bisogno la riduzione e la soluzione dei disagi.