F.Roggiolani e M.Ceccherini.jpg

Dr. F.Roggiolani    –   Presidente M.Ceccherini 

In recente incontro il Direttivo del Comitato Casentinese per la salute in Montagna ha incontrato il presidente della IV Commissione sanità della regione Toscana.

Il Dr F.Roggiolani si è confrontato con M.Ceccherini e i membri del comitato sulle problematiche e sui bisogni di salute della vallata ed ha ascoltato le preuccupazioni e le riflessioni che recentemente hanno creato non poche perplessità fra la gente del Casentino.

Dopo aver esposto i principi e le finalità delle iniziative regionali in materia di politica sanitaria si è condiviso un percorso comune al fine di promuovere, quello che da tempo era in animo nel comitato, la organizzazione di una giornata di lavori per un convegno e una tavola rotonda.

L’occasione permetterà di confrontare la realtà attuale dei servizi nella valle con il piano sanitario regionale, le esperienze e la letteratura in materia di organizzazione ospedaliera, dei servizi di emergenza e soccorso sanitario e di organizzazione territoriale al fine di individuare un modello integrato che unisca territorio/ospedale nel rispetto dei principi piano sanitario regionale ma che possa individuare quelle specificità e quelle peculiarità legate al territorio, alla sua conformazione alla sua distribuzione demografica ed ad altro che rendono il casentino una realtà montana.

Il “progetto montagna” che scaturirà dai lavori permetterà a chi ha l’onere di programmare e di erogare i servizi e che si trova ad operare in un’area territorialmente critica per tutta una serie di ragioni, quali vastità, viabilità, eterogeneità della tipologia di popolazione (e quindi ampia diversificazioni nelle esigenze degli utenti), risorse, strutture e servizi. di riflettere per un riorganizzazione di modello che possa rispondere all’esigenza di fornire al territorio risposte capillari, complete e integrate.

Nell’incontro si altresì condiviso che è partendo dai reali bisogni sanitari della popolazione della valle che occorre calibrare obiettivi sostenibili e misurabili nell’erogazione di un’offerta sanitaria che deve rispondere “in primis” alle esigenze rilevate e che le priorità nelle scelte e nelle decisioni volte ad impegnare risorse umane e materiali secondo una “mission” possano essere condivise e partecipate, mettendo così il cittadino in grado di usufruire a pieno dei servizi.

Con il comune impegno di tutelare la salute si è individuato un metodo di lavoro che porterà nel mese di marzo all’organizzazione dell’evento, con la speranza di tutti i promotori e della Gente del casentino di un pieno coinvolgimento degli enti e delle figure preposte a garanzia della salute, dei servizi e dei livelli assistenziali.

Bibbiena, 13 febbraio 2009 

album Roggiolani.jpg

 

 

UNO SVILUPPO SOSTENIBILE PER UNA SANITA’ DI MONTAGNAultima modifica: 2009-02-13T17:33:00+01:00da comitatocsm
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Post Navigation