M.Ceccherini.JPG

Una Signora: certa Q.P. di Castiglion Fiorentino porta il risultato dei RX al torace, fatti all’Ospedale della Fratta il 29.04.09, al suo medico curante che, vista la non leggerezza della cosa, le prescrive una visita specialistica dallo Pneumologo.
La Signora, con la richiesta del medico, va al C.U.P. di Castiglion Fiorentino in data odierna 05.05.09 e le danno appuntamento per l’Ospedale San Donato di Arezzo per il 13.08.2009, avete letto bene ???? danno appuntamenti a oltre 3 mesi !!!
Alla faccia delle notevoli migliorie dei servizi al cittadino !!!
Sperando che la notizia venga letta da chi di dovere, vengo a denunciare questa VERGOGNA dei servizi ai contribuenti.
prendiamo spunto spunto da questa denuncia spontanea fatta dal sig. Paolo B.  La Sanità Aretina! Dove andremo a finire?
Si Prende spunto per riflettere su i livelli e l’offerta che il servizio pubblico oggi garantisce in provincia e nel Casentino, per affermare;
è vero ci sono cose ottime, e la sanità aretina come hanno affermato recentemente i dirigenti di azienda rispetto al passato è migliorata e di questo i cittadini gente possono solo ringraziare ed essere contenti!
Il modello aretino, che ha avuto riconoscimenti a livello regionale, a nostra opinione però presenta frequenti lacune e cose di cui la gente, che ascolta e vede attestati, non sà spiegarsi.
Il fatto è; quello che succede quotidianamente a chi si presenta agli sportelli di prenotazione, ai pronto soccorso (porta dell’ospedale) e ai servizi non è proprio quello che viene affermato, ma ci si accorge che per accedere all’offerta esistono non pochi problemi e difficoltà. Questo nel tempo ha creato e stà creando malumore.
Il fatto accaduto in Val di chiana, come quello accaduto e raccontato in Valtiberina sono indice di una organizzazione che stà piano piano abbassando le capacità di risposta a bisogni primari; di quei servizi di base che fino ad oggi venivano garanti per tempistica e livello nelle zone e nei luoghi di residenza.
Ecco che e si capisce come con la stessa modalità si afferma che in Casentino si è ottenuto ed è stata impiantata la TAC con miglioramento dei servizi….
E’ vero la TAC ed è provato è realmente presente nei locali previsti e dedicati alla diagnostica;  ma nonostante questo il risultato è che ancora oggi cittadini del Casentino devono migrare in altre zone per eseguire un esame prenotato da settimane, l’attività di diagnostica viene eseguita solo per due giorni su sette e  il servizio per le urgenze e le emergenze non viene assicurato.
E’ vero la TAC ed è provato è realmente presente ed esegue attività di diagnostica;  ma ad oggi ed è altrettanto vero che per garantire l’apertura della TAC due giorni alla settimana si assiste anche che la radiologia di base, come eseguire un rx torace di controllo, mentre prima si attendeva qualche giorno .. (oggi) dopo l’apertura della TAC occorre attendere anche settimane!
Qualche cosa non và! Qualcosa deve essere verificata!
Sarà un problema di personale? Sarà un problema di tecnologia? Sarà un problema di prenotazione? Sarà un problema di organizzazione? …
La Sanità Casentinese! Dove andremo a finire?