CIMG3154.JPGDall’impegno e dalla Volontà di Massimo Ceccherini e del Comitato per la Salute in Montagna si riunirà per la prima volta dalla sua condivisione l’Osservatorio per la Salute in Montagna.

 

La nascita dell’Osservatorio testimonia che l’Azienda Sanitaria Locale, la Società della Salute, le Istituzioni Regionali e Locali, la Conferenza dei Sindaci condividono con il Comitato e i Cittadini che la prima cosa da valutare per una corretta programmazione dell’assistenza e conoscere i bisogni. (foto: il compianto M. Ceccherini e il Direttore Asl Dr. E.Desideri sottoscrivono gli obiettivi dell’Osservatorio per la Salute – Poppi )

 

In preparazione della prima riunione che si svolgerà il 4 agosto 2010, il direttivo del CCSM si è riunito a Poppi per analizzare lo Stato della salute in Casentino e condividere iniziative da portare all’attenzione, valutando le priorità, confermando che sarà presente all’incontro una rappresentanza del direttivo.

 

L’Osservatorio, una esperienza Casentinese, che molti hanno indicato come esempio da esportare di partecipazione dei cittadini alla programmazione, alla esecuzione e alla verifica delle risposte erogate in servizi, sarà occasione per verificare direttamente con gli attori a tutti i livelli dello stato di salute della Sanità in Montagna.

 

Dal Convegno di Poppi ( marzo 2010 ), sono state evidenziate molte problematiche a livello territoriale, ospedaliero e dell’emergenza-urgenza che devono e dovranno essere affrontate. Dalla prevenzione alle cure primarie (medicina d’iniziativa), dall’elisoccorso e auto medica per il 118 al pronto soccorso con personale dedicato e osservazione, dalla chirurgia generale al servizio di endoscopia, dalla medicina ospedaliera e rianimazione alle cure a media intensità.

 

Il Direttivo del Comitato per la Salute pensa e crede che questa responsabilità di promuovere e condividere l’esperienza di un Osservatorio sia condivisa nell’idea e nei principi dal Direttore Generale della Asl8 di Arezzo Dr. E. Desideri al Presidente della Conferenza dei Sindaci D. Bernardini, dal Presidente della S.d.S F.Pistolesi al Direttore S.d.S. Dr. C. Montani, al Presidente della Comunità Montana.

 

Quello che si aspettano i Cittadini del Casentino dall’Osservatorio è di farsi carico dei bisogni della vallata. Trovare un metodo di lavoro basato sull’ascolto e la collaborazione, dove la “Partecipazione” contribuisca a trovare modalità più idonee a ricercare, elaborare, progettare, attuare e verificare i servizi erogati per una reale offerta di salute. Ad informare e comunicare. Ad unire tutti gli attori,  Istituzioni e Cittadini, insieme per un comune obiettivo. La Salute.

 

Direttivo C.C.S.M.

Apre in Casentino l’Osservatorio per la Salute in Montagnaultima modifica: 2010-08-03T17:43:00+02:00da comitatocsm
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Post Navigation