IMG_1918.jpg

La Conferenza dei Sindaci,  le  Associazione di Volontariato e di Croce Rossa si sono incontrate per discutere e promuovere un nuovo modello di soccorso sanitario e di trasporto per il Casentino a Poppi, presso la biblioteca, la sera del 21 febbraio 2011.

 

Renato Nassini a nome del Comitato Casentinese per la Salutein Montagna, organizzatore della serata, dopo i saluti ha affermato che una delle priorità di risposta ai bisogni dei Casentinesi è garantire al territorio e all’ospedale di vallata  un soccorso sanitario moderno e un trasporto di malati in urgenza efficiente.

 

L’automedica come nuovo mezzo di pronto intervento più veloce e più efficace delle ambulanze per portare il soccorso sulle strade e dove è necessario eseguire una terapia salva vita.

 

L’infarto, l’ictus e il trauma grave devono essere diagnosticate e trattati precocemente da un “equipe” composta da medico ed infermiere che dopo aver prestato il soccorso deve garantire il trasporto in ambulanza nell’ospedale più idoneo garantendo il massimo dell’assistenza e delle prestazioni.

 

VOLVO_AUTOMEDICA.jpgI Rappresentanti delle Misericordie, della Pubblica Assistenza e di CRI della vallata presenti al confronto hanno risposto positivamente affermando l’impegno a sostenere lo sviluppo di un sistema di pronto intervento con auto medica e di trasporto, condividendo l’opinione del Comitato Casentinese di richiedere sicurezza e qualità oltre che per l’ospedale e per il territorio anche per il 118 ed il pronto soccorso.

 

Prossimamente ha dichiarato il Governatore della Misericordia di Soci F. Laponi, portavoce delle Venerabili, ci impegneremo in modo unitario ed uniforme, anche con ANPAS e CRI, per pianificare una proposta di un modello sostenibile e realizzabile di un soccorso più tempestivo e più efficiente.

 

Il Sindaco D.Bernardini (Bibbiena), Presidente del C.d.S. e i Sindaci G. Agostini (Poppi) e P. Renzetti (C.S.Niccolò) hanno espresso soddisfazione ed ottimismo sulla presa di posizione e di impegno delle Associazioni e della Croce Rossa del Casentino. Garantendo per quanto di competenza a sostenerli.

 

Renato Nassini per il C.C.S.M. ha ringraziato tutti i presenti auspicando, a conclusione dell’incontro, che questo nuovo modo di confronto fra gli attori della salute possa concretizzare in breve tempo le risposte ai bisogni di soccorso e di trasporto sanitario, sicuri e di qualità, cosi come accade in altre zone della Toscana.

 

IMG_1917.jpgSarà impegno del Comitato, anche motivato dalla vostra partecipazione, portare proposte concrete e sostenibili al Direttore Generale Dr. E.Desideri e al Direttore della Zona Distretto Dr. Carlo Montaini in occasione della prossima riunione dell’ Osservatorio. E’ nostra convinzione che la sensibilità degli attuali dirigenti della Asl, di fronte alla necessità di sicurezza e di qualità per il 118 e il pronto soccorso, dimostreranno ascolto e sapranno garantire una giusta risposta “.

 

C.C.S.M.

CASENTINO: UN AUTOMEDICA E PIU’ AMBULANZE PER IL SOCCORSO SANITARIOultima modifica: 2011-02-23T09:11:00+01:00da comitatocsm
Reposta per primo quest’articolo

One Thought on “CASENTINO: UN AUTOMEDICA E PIU’ AMBULANZE PER IL SOCCORSO SANITARIO

  1. Finalmente si parla di automedica e di un soccorso con medico ed infermiere anche in Casentino. Speriamo di avere garanzie come avviene a Firenze. Bravi

Lascia un commento

Post Navigation