Con la riunione_4miniparto-nascita-bambino.jpg ufficiale dell’Esecutivo del Comitato Casentinese per la tutela della salute in Montagna avvenuta in data 29/09/11 alle ore 21 siamo lieti di comunicare la ripresa dei lavori dopo le ferie estive.

In realtà dovremmo precisare che il nostro lavoro non è cessato nemmeno durante la pausa estiva, tanto che alcuni consiglieri del comitato hanno partecipato ad un incontro in Regione Toscana con il Presidente UNCEM Oreste Giurlani, e a Pistoia per dar vita al neo nascente Comitato Regionale Per La tutela Della Salute Nelle Vallate Disagiate e Montane.

Il nostro lavoro sottotraccia non s’è fermato qui, abbiamo mantenuto contatti telefonici con Il Presidente UNCEM Giurlani per un Incontro da tenersi a Breve, abbiamo allacciato rapporti informali con alcuni Sindaci del Casentino per illustrare il quadro sanitario casentinese attuale.

Abbiamo contattato Il Direttore Generale A.S.L. 8 per un prossimo incontro già in calendario da tempo.

Ci siamo informati e tenuti in contatto con l’Ospedale sul funzionamento dei servizi sanitari, su ulteriori passaggi, novità, e cambiamenti a breve, non tutti positivi in realtà.

Ci siamo informati sul funzionamento del servizio emergenza urgenza; con l’ aggiunta della seconda postazione 118 con il solo Infermiere e volontari a Stia sulle 24 ore per i mesi di Luglio e Agosto e riproposta sulle 12 ore per i mesi a seguire.

Avevamo dei dubbi in proposito, espressi a suo tempo agli organismi competenti, (con una nostra controproposta ignorata purtroppo) sulla riproposizione di questa postazione ubicata in Alto Casentino, con beneficio reale solo per gli abitanti di quella zona ma a scapito del resto della vallata in quanto a costi e tempestività d’intervento nelle zone più lontane.

Ci stiamo preparando per ripetere l’esperienza di un assemblea osservatorio: con interventi volti ad analizzare di nuovo “a fronte dei cambiamenti che ci sono stati da un anno a questa parte” i servizi, le necessità e proporre soluzioni razionali, adeguate, economiche e percorribili.

Ci rendiamo perfettamente conto delle difficoltà oggettive derivate da una situazione economica drammatica, con annunciati tagli alla spesa sanitaria nazionale e regionale, proprio per questo ci preme un utilizzo razionale dei soldi senza sperperi, ma non per questo vorremmo vedere smantellare servizi essenziali e necessari per i nostri cittadini.

Perdere servizi necessari significa regredire e impoverire ulteriormente una vallata già disagiata ed emarginare ancor più; ogni singolo cittadino, privandolo di quelle garanzie sancite non solo dalla costituzione ma dal diritto di poter……vivere e dal buonsenso, che spesso va a farsi friggere in favore di rapporti di forza politici ed economici che privilegiano e determinano agio e sprechi da una parte e tagli drastici e disagi dall’altra.

Con questi propositi ribadiamo che il nostro impegno per il futuro sarà l’informazione a tutti i livelli, nonché ai Sindaci del Casentino con cui vorremmo condividere un percorso, per il raggiungimento dell’ obiettivo comune: una sanità al passo con i tempi per la nostra vallata.

Non possiamo più concederci momenti di separazione o viaggi in convogli diversi se vogliamo materializzare al massimo ed ottenere un risultato soddisfacente, questo è il nostro pensiero.

Siamo alla scadenza del nostro mandato, a breve ci sarà l’ assemblea annuale con rinnovo delle cariche e l’elezione di un nuovo Presidente, il pensiero ancora una volta va al Nostro amico e prezioso Massimo.

Il Comitato guarda al futuro mettendo al servizio di tutti l’informazione, la collaborazione e la volontà per garantire ai cittadini del Casentino certezze e risposte certe oggi, non vaghe promesse future

Cogliamo l’occasione per ringraziare Michele e la moglie Samuela per il contributo offerto nella serata e per il futuro.

 

                                                                                                                        Valerio Bobini